Autoabbronzante: cos’è e come funziona

Autoabbronzante: cos’è e come funziona

Abbiamo tutti camminato lungo la corsia del supermercato dove si trovano spray e olii autoabbronzanti. Passano davanti ai nostri occhi prodotti di ogni tipo e marca che alimentano la confusione e le perplessità: funzioneranno anche sulla mia pelle? Ma soprattutto, cos’è una lozione autoabbronzante?

Se il sole diretto è diventato il più grande nemico della nostra pelle, i prodotti abbronzanti per viso e corpo sono l’unico modo sicuro per ottenere quel bagliore dorato che tanto bramiamo? Non ci piacciono i dubbi e siamo sempre alla ricerca di risposte per fornirti i nostri migliori consigli. Quindi, scopriamo insieme cosa sono e come funzionano gli autoabbronzanti.

Crema autoabbronzante e abbronzatura classica: quale scegliere

Iniziamo con la domanda più importante: perché dovresti usare un autoabbronzante?

La differenza tra l’uso delle creme autoabbronzanti e la tintarella classica sotto il sole estivo non è percepibile a occhio nudo, ma riguarda i processi chimici che avvengono nel tuo corpo. Esposta al sole, la tua pelle diventa dorata per effetto dell’attivazione della melanina. Invece, se usi creme o spray autoabbronzanti, è la reazione tra la molecola DHA e la cheratina, presente nello strato superficiale della pelle, a colorare l’incarnato.

Quindi, l’abbronzatura data dai prodotti autoabbronzanti non ha nulla a che vedere con la luce solare. La ottieni tranquillamente a casa, anche nei mesi invernali. Oppure, quando in estate vuoi sfoggiare il tuo costume nuovo facendolo risaltare con un bel colorito della pelle.

L’autoabbronzante ha delle controindicazioni?

Ora che conosci la differenza tra i due tipi di abbronzatura, è bene riflettere sui pro e i contro dell’autoabbronzante, ma soprattutto capire se ha delle controindicazioni. Come accennato, di sicuro permette di avere un colorito dall’aspetto più sano in inverno e di avere già una pelle dal tono caldo all’inizio dell’estate.

Inoltre, l’autoabbronzante permette di evitare i raggi UV, poiché si tratta di un’abbronzatura senza sole. Di conseguenza, anche tutti i danni correlati all’esposizione solare vengono meno. Ad esempio, rughe, macchie, invecchiamento precoce della pelle, ecc.

Infine, l’applicazione dell’autoabbronzante permette di raggiungere il colorito desiderato in meno tempo rispetto all’esposizione solare: basta qualche ora, a differenza dell’abbronzatura classica, che invece può richiedere qualche giorno o settimana.

Per contro, bisogna prestare particolare attenzione all’applicazione del prodotto, per evitare di marcare le imperfezioni e creare macchie antiestetiche sulla pelle. Ci sono poi alcune controindicazioni per chi ha problemi dermatologici, per chi assume alcuni medicinali, che potrebbero alterare il processo dell’autoabbronzante, e per le donne nel periodo delle mestruazioni.

È poi molto importante ricordare che l’autoabbronzante non fornisce alcuna protezione solare, a meno che non si utilizzi un prodotto che riporta uno specifico SPF (Sun Protection Factor) sulla confezione. Quindi, se utilizzi una crema autoabbronzante in spiaggia, ricorda di usare comunque una crema solare!

Come si usa e quanto dura l’autoabbronzante

Se hai deciso di provare un autoabbronzante, ti saranno utili alcune indicazioni per applicarlo nel modo migliore. Il primo passaggio, indispensabile, è lo scrub.

Infatti, abbiamo accennato al fatto che la crema autoabbronzante può rendere più marcate alcune imperfezioni, come ad esempio le rughe. Con una buona esfoliazione prima dell’applicazione, è possibile minimizzare questo rischio, poiché elimini le cellule morte e rendi la pelle più liscia. Di particolare importanza sono le aree più spesse, come ad esempio gomiti e ginocchia. Generalmente sono anche più secche e hanno bisogno di una maggiore cura.

Per preparare al meglio la pelle, dopo lo scrub, usa una crema idratante e attendi alcune ore prima di applicare dell’autoabbronzante, affinché venga assorbita completamente. A questo punto, puoi procedere a distribuire il prodotto sulla pelle con movimenti circolari.

Quando passi da una sezione all’altra del corpo, ricorda di lavare molto bene le mani. In alternativa, usa un guanto apposito, che puoi trovare nei supermercati o nei negozi specializzati. Lascia assorbire completamente l’autoabbronzante prima di rivestirti, per evitare di macchiare gli abiti. Per qualsiasi dubbio, segui le istruzioni sulla confezione.

Inoltre, ricorda che la pelle del viso è più delicata. Quindi, di solito, l’autoabbronzante che utilizzi per il resto del corpo non va bene per questa zona. In commercio, esistono autoabbronzanti appositi per il viso, che rispettano la tua pelle e permettono risultati migliori. Controlla bene le indicazioni riportate sul prodotto e, se hai dei dubbi, chiedi al personale del punto vendita.

L’effetto del prodotto sarà visibile dopo qualche ora, per questo è consigliabile applicarlo la sera prima di andare a dormire. Il colorito dorato durerà qualche giorno, poiché correlato alla vita del primo strato dell’epidermide. Lo scrub e la crema idratante, come routine prima dell’applicazione, aiutano ad allungare la permanenza dell’abbronzatura, ma se desideri mantenerla più a lungo dovrai ripetere l’applicazione con regolarità.

Che tipologia di autoabbronzante scegliere

Esistono molti tipi di autoabbronzante, perciò è bene scegliere quello giusto per la tua pelle, se vuoi ottenere il risultato migliore. I formati più comuni sono:

  • crema autoabbronzante – richiede maggiore attenzione nell’applicazione e viene assorbita più lentamente dalla pelle, ma la durata della colorazione è maggiore grazie alla sua texture più idratante;
  • spray autoabbronzante – è facile da applicare (basta nebulizzarlo a circa 25 cm di distanza) e i suoi effetti sono più immediati, ma è meno indicato in caso di pelle secca;
  • salviette autoabbronzanti – è una soluzione meno conosciuta e utilizzata, di solito, per un’applicazione veloce che ravvivi il colorito post vacanze.

Un’altra discriminante per scegliere l’autoabbronzante più adatto è il colorito che vuoi ottenere. Tuttavia, un’abbronzatura eccessiva, per chi parte da una tonalità della pelle molto chiara, risulterebbe innaturale e decisamente poco estetica. Quindi, cerca di non esagerare e opta per qualche tono più scuro della tua carnagione di partenza.

I nostri consigli per l’autoabbronzante

I processi che derivano dall’abbronzatura solare e quelli conseguenti all’applicazione di una crema autoabbronzante sono molto diversi tra loro, ma uno non esclude l’altro. Se ti piace l’abbronzatura, ma non hai modo di prendere il sole, oppure preferisci non esporre la pelle ai raggi UV, l’autoabbronzante può essere una soluzione valida.

L’importante è tenere conto di alcune caratteristiche di questo prodotto. Deve essere:

  • applicato con attenzione per evitare di esaltare i piccoli difetti dell’epidermide;
  • scelto in base alle caratteristiche dell’incarnato e delle esigenze del momento;
  • utilizzato senza dimenticare l’uso di creme per la protezione solare.

Nei negozi del centro commerciale Opera puoi trovare tutti i migliori autoabbronzanti in commercio e scegliere quella migliore per te, tra le diverse varianti. Vieni a trovarci, goditi il piacere di uno shopping appagante e fatti consigliare dal personale esperto. L’abbronzatura che desideri è sempre possibile, ma ricorda di prenderti sempre cura della tua pelle.